Follow Us
PELLA, LAGO D’ORTA (NO) | 2011
1640mq

Vero protagonista di questo progetto è il meraviglioso lago d’Orta, con la sua isola di San Giulio che diventa un quadro da ammirare dalle balconate della villa.

 

Il fabbricato si inserisce in località Bellaria (sulla sponda Occidentale) in modo delicato e rispettoso del contesto ambientale, seppur vincolato a livello paesaggistico.

 

La vicinanza con la riva del lago ha dettato, in primis, la collocazione del fabbricato, risultato del giusto equilibrio tra una coerente distribuzione interna e un’esposizione felice verso il fronte lacustre di cui godeva il terreno di proprietà.

 

La villa ha una struttura portante in C.A. e setti in mattoni che ne definiscono la stereometria lineare e fortemente geometrica. Il disegno moderno dei fronti deriva da un accurato studio dell’architettura contemporanea delle zone di lago e di mare che si è consapevolmente tradotto nell’utilizzo di forme semplici ed un uso ristretto di materiali naturali. E’ composta da un grande spazio seminterrato di circa 1.000 mq che ospita la piscina riscaldata, l’idromassaggio, la grande sauna, il bagno turco, una palestra, una sala Cinema, una taverna corredata di cucina, zona relax, angolo bar/enoteca, camera da letto e servizi igienici con docce.

 

Al piano terra una grande zona giorno ospita la cucina attrezzata a livello professionale, la zona vineria, un tinello con angolo conversazione, una sala da pranzo, una zona relax-biblioteca-angolo musica. Al piano primo, contraddistinto da balconate in vetro, vi sono le camere da letto con le sale da bagno.

 

La finitura con intonaco al civile di colore chiaro caldo, la pietra e il legno lamellare dei serramenti, congiuntamente all’utilizzo del vetro per i parapetti dei balconi e per la copertura accessoria sono, infatti, materiali della tradizione che ben si sposano nonostante la forma geometrica e attuale della villa.

 

L’acqua, è l’elemento principale del comparto in cui è inserita la villa, ed ha caratterizzato l’intera progettazione del fabbricato, dai primi studi di fattibilità alla soluzione ultima. Si è voluto creare un’architettura quasi introspettiva, dove ogni scorcio e ogni prospettiva tra le stanze è disegnata per stimolare osservazione dello spazio e contemplazione dell’elemento naturale “acqua”, che è visibile in ogni livello della casa.

 

L’esterno è caratterizzato da tappeti in erba che contornano una scala minimale che conduce al piano sottostante del parco in prossimità della piscina che è posta nella parte seminterrata del fabbricato, da cui si gode una magnifica vista verso l’isola di San Giulio.

 

La tipologia della villa a due piani fuori terra, si traduce nella progettazione degli interni della residenza, che è organizzata attorno ad una corte aperta sul fronte a lago e tuttavia maschera un ascensore in vetro che conduce ai piani soprastanti.

 

Orientata verso il lago, dove l’abitazione si apre maggiormente al contesto esterno, la corte è caratterizzata in parte dalla copertura della balconata soprastante.

 

Il piano principale denota la prevalente assenza di disimpegni di circolazione, preferendo la comunicazione diretta tra i locali, che non presentano nette divisioni, ma premiano una fluidità nella fruizione degli ambienti, fra loro concatenati, richiamando ancora una volta il leit motiv dell’interno progetto: l’acqua.