Follow Us
DOMODOSSOLA (VB) | 2008
185 mq

Nel cuore di Domodossola, un edificio costruito negli anni ’30 racconta la storia di un’antica famiglia domese che emigrò in Francia, per far fortuna, e che tornò, poi, nella terra d’origine per realizzare un palazzo di pregio che ospita l’alloggio oggetto di intervento. Il recupero, scrupoloso e attento, non ha voluto deformare l’impianto distributivo originario, scelta condivisa anche dalla padrona di casa, una giovane professionista, che non ha esitato a rinunciare ad una camera in più in luogo di un’estesa zona giorno. L’ampio ingresso, tipico delle case signorili di un tempo, con un largo corridoio è stato mantenuto a distribuzione dei locali adiacenti e divide la casa un due parti uguali. Un’ala, quella dei servizi, ha mantenuto gli spazi identici a quelli originali, l’ala in fronte caratterizzata da tre locali in aderenza, ha visto al demolizione delle pareti di separazione finalizzata alla realizzazione di un’ampia zona giorno, lunga 12 mt. Il locale che ne deriva mantiene, tuttavia, ben separate le funzioni di: sala da pranzo (in fronte alla grande cucina), soggiorno e studio/biblioteca. Il recupero complessivo dell’alloggio ha voluto preservare, gli antichi pavimenti in legno di faggio posati a lisca di pesce e le cementine colorate con motivi decorativi diversi in ogni ambiente. La deceratura con riceratura dei pavimenti cementizi ha richiesto l’ausilio di manodopera specializzata e capace. I serramenti, le porte interne, i radiatori in ghisa e i decori sono stati rimossi e minuziosamente riqualificati. Gli arredi della casa e il divano, sono stati interamente eseguiti su disegno dell’Architetto che ha sapientemente accostato mobili dei mercatini a lampade e pezzi di storia dei più noti designer: Le Corbusier, Castiglioni, Jean Nouvel, Verner Panton, Philippe Starck, ecc.. Il risultato è un alloggio dal sapore antico, sobrio ed elegante.